150 anni dell’Unità d’Italia

Costituzione della Repubblica Italiana

Principi fondamentali

Art. 1

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Art. 4

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Art.7

Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.

Art. 9

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

 

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.


Art. 12

La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.

Tanti auguri,

Italia!

Annunci

Non fa ridere

Dopo le risate della settimana scorsa, questo martedì niente vignetta umoristica: sciopero.
Gli studenti sono in rivolta in tutta Italia, scendono in piazza, salgono sui tetti delle facoltà e del CERN di Ginevra, occupano i monumenti del Belpaese (qui l’elenco dei monumenti occupati nelle varie città).
Oggi alla Camera dei Deputati si vota sul ddl di riforma dell’Università

Trovate qui una tabella con tutti gli importi dei tagli ai fondi degli atenei e qui un articolo sui tagli operati dalla Riforma Gelmini all’Università e alla ricerca.

Ci sarebbe tanto da scrivere, ma riesco solo a dire:

Stiamo messi male…

Sappiamo cosa fate.. Sappiatelo anche voi!

Vi avevo promesso che ogni martedì avrei pubblicato una vignetta umoristica o una barzelletta, ma questa settimana, per farvi ridere un po’, attingerò direttamente alla realtà, che spesso supera la fantasia. Eccovi due chicche imperdibili:

  • NUMERO 1: NOTIZIA SENSAZIONALE!

Se il vostro problema è un fastidioso prurito alieno, finalmente c’è la soluzione!

Il blog Perle Complottiste, in un esilarante post, mette in luce pro e contro dell’elmetto ferma-alieni propagandato dal sito FERMAGLIALIENI e ideato da Michael Menkin, il signore che vedete nella foto a sinistra.

"Per anni sono stata rapita dagli Alieni e per una fortunata coincidenza ho trovato stopabductions.com. L'Elmetto protettivo costruito da un esperto ha fermato le loro visite indesiderate e ha elevato di molto la qualità della mia vita e quella della mia famiglia. Per questo raccomando caldamente di usarlo."

E’ infatti possibile costruirsi, con una spesa di soli 35$, un elmetto protettivo per la mente che impedisce agli alieni di rapire gli esseri umani.
Gli addotti lo usano da 9 anni con successo, come si può leggere dalle testimonianze come questa, riportate sul sito:

“L’Elmetto protettivo della mente funziona perfettamente. Da quando ho cominciato ad usarlo non ho avuto più alcun contatto con gli alieni. Tuttavia per ben due volte tornando a casa dal lavoro ho notato delle luci che seguivano da dietro la mia automobile: adesso porto con me l’elmetto nell’auto nel caso venissi rapito.”

o questo:

“Da parte mia ancora nessuna novità… quindi deve funzionare!”

che non è altro che la versione reale della seguente barzelletta, adattata per l’occasione da Aleks:

(con stupore orripilato) Perché indossi quell’orrendo elmetto?
(sorriso catatonico) Serve a tenere lontani gli alieni
(con ironia) Ma qui non ci sono alieni!
(con folle gaiezza) Visto che funziona?

😀

Come scrivono su Perle Complottiste, “con il casco protettivo e la coda di messa a terra, farete un bel figurone quando passeggiate per le vie della vostra città, vedrete. E finalmente gli alieni vi lasceranno tranquilli. Se qualcuno con un camice bianco o verde si avvicinerà a voi, non preoccupatevi: non si tratta di alieni ma semplicemente di medici o paramedici del locale manicomio. Seguiteli con fiducia…”

Mi unisco nel caloroso consiglio.

  • NUMERO 2: IMPORTANTE MANIFESTAZIONE A ROMA

Sabato 20 Novembre, a Roma, si è tenuta la prima manifestazione contro le scie chimiche.

Ecco come l’evento viene riportato sul sito http://freeskies.over-blog.com (i grassetti sono miei):

“Alla Manifestazione di ieri, a cui dedicheremo uno spazio apposito, c’erano un centinaio di persone, forse qualcosa di più, una trentina di poliziotti e carabinieri, allietati da musica classica intercalata dalle parole degli autori del blog cieliliberi e da un intervento telefonico di Rosario Marcianò.”

Ed ecco una foto della manifestazione, in cui potete facilmente contare le centinaia di persone (9???):

 

Insomma…

“Sappiatelo anche voi!”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: